Avvicinarsi per la prima volta a un corso di Tango

Posted on dicembre 03, 2017, 2:09 pm
6 mins

Avvicinarsi per la prima volta a un corso di Tango

 

Lezioni di TangoUn corso di Tango ?
Da sempre abbiamo pensato al Tango Argentino, ascoltando la musica di una pubblicità, vedendo un film o su programmi televisivi dove si compete nel ballo.

Lo abbiamo ascoltato, visto, addirittura pensato ogni volta che in macchina abbiamo visto la pubblicità dell’ultimo spettacolo di tango in scena in città.

In effetti però lo abbiamo sempre vissuto come una cosa che fa parte del panorama, ci sta, ma è lì, dato per scontato, vediamo volantini e pubblicità di corsi e scuole ma anche quelli si perdono tra migliaia di altri volantini, di altre cose che diamo per scontato che ci siano ma che non attirano la nostra attenzione.

Magari a qualcuno sarà anche venuto in mente di immaginarsi mentre balla un Tango, con una donna meravigliosa dallo spacco vertiginoso, o con un ballerino latino dal fascino virile.

 

“La scelta casuale”

Poi arriva quel giorno, che non si sa cosa sia successo ma è lì, una telefonata, un incontro casuale, due parole tra amici dette quasi in sordina, una frase sussurrata e lasciata cadere lì, quasi per caso.
“Mi iscrivo a una scuola di tango, vieni anche te?”

La risposta istintiva è certamente “una scuola di che??” mentre vi immaginate una via di mezzo tra Rodolfo Valentino con la rosa in bocca, Richard Gere in Shall we dance, oppure Brad Pitt o Angelina Jolie in Mr. & Mrs. Smith.

“Una scuola di tango, Tango Argentino però, non quello Zum pa pà”

Annuiamo, come se avessimo capito, ma in effetti ancora non sapevamo che è un ballo che si divide in tantissime realtà diverse, tutte sotto il nome “Tango”, e annuendo abbiamo sentito dentro di noi quel piccolo Scuola di Tango Romafremito… “va bene, vengo anche io!”.

 

“Corso numero 400”

Magari invece abbiamo già provato tutto, dalla salsa alla kizomba, dal flamenco al saltarello passando per la pizzica e lo yoga.

“Non so che fare, sono indecisa tra una corso di twerk e uno di burlesque, ma se ho un’ora libera ci metto anche un corso di tango”

Per scegliere la scuola di ci si affida a conoscenze esperte, all’amico che già balla e che ti può raccomandare la migliore scuola della città, con i maestri più bravi, dove lui stesso è andato per ben un anno interno e adesso già balla da professionista.

Alla lezione di prova in questo caso ci presentiamo da soli, vestiti di tutto punto da tangheri con tanto di scarpe di vernice bicolore comprate per l’occasione, siamo già ballerini di tutto quello che si può ballare e il tango non ci spaventa.

 

Corso di tango, Milonga Tango“Avete un corso per avanzati”?”

Si, avete capito bene, qui stiamo cercando un corso per studenti di livello avanzati, “ma non stavamo parlando di chi si avvicina per la prima volta?” chiederete voi, e io vi rispondo di si, ma c’è anche chi, avendo fatto danza classica da bambino cinquant’anni fa, pensa di avere la preparazione necessaria per saltare a piè pari tutti i corsi per principianti (troppo facili), gli intermedi (non sono capaci) e approdare al corso avanzati.
Se questo è il nostro approccio di solito saremo bloccati già dalla prima telefonata e il corso di tango ce lo scordiamo.

 

“Testatori seriali”

Qui la parola d’ordine è “lezione di prova”, la potremmo immaginare come una fontana d’acqua in mezzo al deserto, bevi e non ne hai mai abbastanza.
Siamo come un cane da tartufo sui motori di ricerca, qualsiasi lezione, qualsiasi scuola a Roma, purchè di prova e gratis va bene, ovunque e con chiunque, possiamo andare avanti per mesi, ripetendo sempre le stesse lezioni, sempre di prova.

“Operazione coupon”

Se siamo nel vortice dei pacchetti low cost a questo punto incapperemo prima o poi nel tango, si perché di offerte davvero economiche per un corso di tango ce ne sono tante.Scuola Tango Argentino Roma

Mediamente il costo per una singola lezione si aggira intorno a 1 euro per arrivare ai 70 centesimi nei casi estremi.

Se siamo habitué di queste offerte sappiamo che andremo incontro ad un livello di insegnamento adeguato a quanto pagato (poco paghi poco pretendi), seguiti da assistenti che ballano magari da un anno più di noi, in classi probabilmente affollate.

Ma non importa, finito il pacchetto se ne compra un altro, magari di zumba.

 

 

Ricordiamoci che il tango ha le sue regole da seguire, la sua storia da rispettare, la sua cultura da approfondire.
Avvicinatevi  in punta di piedi, pieni di curiosità e con la mente aperta e saprà regalarvi emozioni fantastiche.

Maestro di tango Argentino dal 2006, Fondatore e presidente della A.s.d Tangoinprogress, ideatore e direttore artistico del Festival Internazionale del Tango Argentino a Roma, Membro del Consiglio internazionale della danza dell’UNESCO, Organizzatore delle milonghe del Querer al Salone delle Fontane e al Caffè Palombini, Musicalizador resident delle Milonghe del Querer.